I vini de “La Carraia” brillano a “Calici di Stelle”. In degustazione, Solcato 2013 e Poggio Calvelli 2014

I vini de "La Carraia" brillano a "Calici di Stelle"

I vini de “La Carraia” brillano a “Calici di Stelle”

In alto i calici, piovono stelle. E “La Carraia” non sta certo a guardare. In mezzo a mille bottiglie che saranno stappate e degustate sotto il cielo di San Lorenzo per l’edizione 2015 di “Calici di Stelle”, sono due quelle che l’azienda vitivinicola mette sui banchi d’assaggio. Si tratta del “Solcato 2013” e di “Poggio Calvelli 2014”.

Il primo è un rosso inconfondibile nella struttura, nel colore e nel corpo che diventa straordinariamente piacevole al palato. Le caratteristiche dei rossi delle terre umbre si mescolano alla tradizione dei bianchi orvietani dando vita ad un vino che riesce a farsi apprezzare per qualità, profumi e sapori. “Solcato” riesce così ad adattarsi alla gastronomia più ricercata, alla cacciagione, ai formaggi stagionati della Tuscia.

L’Orvieto Classico Superiore “Poggio Calvelli”, invece, per rotondità, finezza e rapporto qualità/prezzo ha saputo ridestare, sin dalla prima uscita, l’orgoglio della bianca tradizione territoriale. Innovativo sin da subito, per via della prevalenza di Procanico e Grechetto, il “Poggio Calvelli” rivela un Orvieto elegante, prodigo di note minerali e di delicate nuances di lavanda, fiori d’arancio, acacia. Su primi, specie di pesce o delicati.

La data da segnare in rosso sull’agenda è quella di lunedì 10 agosto, dalle 21 a mezzanotte, all’ombra del Castello di Monterubiaglio, dove per la 18esima volta si rinnova il percorso enogastronomico, con tappe e degustazioni, sulle note della grande canzone italiana.

2017-12-11T20:06:27+00:00